Il Dizinformatode

La Dialettica

Lo Svarione Salutista

INGREDIENTI
1. Non assumere nessun tipo di droghe, né legali (alchool, nicotina, caffeina, viagra), ne illegali (tutto ciò che puoi procurarti da solo da una pianta, tutto ciò che non puoi produrre da solo in un industria chimica), ne religiose.
2. Ricordarsi di cercare sul vocabolario se "né" si scrive con o senza l'accento e, se ci troviamo nel secondo caso, controllare la direzione dell'accento potendo sciegliere tra "è" e "é".
3. Non respirare aria di città.
4. Essere logaritmicamente meno povero fino ad un punto x da definire in cui la funzione logaritmica è raccordata in un intorno di x ad una semiretta parallela alle ascisse (Funzione del Buddhista imprenditore anticapitalista).
5. Sapere cos'è una ricetta metaforica.
6. Riuscire a creare un passaggio musicale di durata inferiore a 30 secondi che colleghi un brano di musica Jazz ad uno di Techno passando dalla Classica o dal Metal a discrezione del cuoco (Tanto non c'è differenza).
7. Conoscere il recente risfolto filosofico dell'interferenza quantistica.
8. Saper contare fino a otto.
9. Mantenere corpo sano in mente sana colmando la mancanza di vitamine idrosolubili e minerali essenziali con pastiglie effervescenti che non contraddicano l'ingrediente del punto 1.
10. Scrivere "Pensa a un numero, togli il numero che hai pensato e ti rimane 0" su un testo governativo firmato con un timbro che riporta la firma della scimmia più intelligente d'America, non dimostra che il governo ha il dono della preveggenza, ma che la scimmia ha anche senso dell'umorismo!
11. Non credere a nessuno, neanche a te stesso. Se una pietra ti parla, non credergli, ma poniti il problema se quel che dice è vero. Non fare ciò con gli uomini.
12. Prima di addormentarti, pensa...
13. ...a come mettere il cuscino.

PREPARAZIONE:
Alternate i punti precedenti fino ad aver ottenuto la confusione mentale dovuta. Cercate una donna (se siete un uomo) o una donna (se siete donna), in modo da poter risvegliarvi dall'oblio in ogni momento dello svarione salutista e abbandonatevi agli istinti razionali più lontani dal primordiale. Aiutatevi con ogni percezione possibile (un semplice flusso di coscienza è uno svarione salutista mancato) per poi ritornare all'analisi casuale di cio che state producendo. STOP! Smettete un attimo. Salutate la donna che ormai ha addirittura paura di voi e, non capendo cosa state facendo, ammazza la paura con la noia e non viceversa. Gli istinti sessuali devono essere trasformati riportandoli alla fase anale della propria esistenza. Per quanto riguarda gli istinti amorosi, fate attenzione a non trasformarli in istinti sessuali (o in atto sessuale vero e proprio); una via alternativa, infatti, è quella che dall'amore per la donna giunge all'amore per la natura e per la vite (albero dell'uva). Cercate la forma d'arte più idonea alla rappresentazione mentale del vostro svarione salutista e cercate di produrre in qualunque caso un opera impressionista...

CONCLUSIONE:
Lo svarione Salutista è:
Pittura = Quadro astratto mentale dipinto con tecnica impressionista.
Scultura = Scultura futurista di cera su piastra rovente.
Architettura = Ipobank con cantante lirica all'interno che fa spaccare i vetri.
Cinematografia = Ripresa a rallentatore del momento dello scoppio dei vetri.
Musica = Prog Rock (ma soprattutto Steve Vai).
Scrittura = return to line 1.

Caos 2

La gente che ha letto il mio blog pretende che svarioni più spesso, per poter leggere le assurdità che non riescono a produrre solo perchè non è un comportamento sociale; come biasimarli, lo svarione è un rischio, una selezione sulle persone con cui parlare e a volte, un'evitabile solitudine. AHBHAHBHAHBHAHBHAHBHAHBHAHBHAHBH UUUUUUUU Io il rischio lo corro eccome! Non è un mondo; è il mondo! Pensate a sta cosa: nella frase precedente ho dovuto mettere un punto e virgola e iniziare la frase con "Non" perche non ho idea di quale sia la codifica ASCII per il carattere "E" accentato. Magari volevo dire altro. Ma tanto non è importante quello che dici perchè alla fine è tutto reinterpretato. Quindi ciò che al massimo posso fare è di lasciare libera interpretazione a ciò che scrivo, fatto che mi esentisce da una gran fetta delle possibili persone criticande... se non ti piace non hai capito che non dovevi cercare di capire... vorresti dirmi ce "esentisce" non si può scrivere? Se lo fai l'errore contestuale non lo faccio io.

Detto questo tra il dire e il dettare.
Flusso di coscienza - Fiume - Rapide - Persona annegata a riva - Maria De Filippi - Uomini e Donne - Comunicazione inefficiente - TV moderna - Schermo Piatto - Uomo del Futuro che guarda il Fuoco nel suo Televisore 50 Pollici mentre il Caminetto proiett il TG - Telegiornale - Fiction - Telegiornale - Giornale - Carta - Albero - Palma - Cocco - Isola - Fare un cazzo - Fare un Cazzo - Lavorare - Pensare all'opposto di ogni cosa - Pensare che sei in grado di pensare te che pensi - Nimis e la Travaglini e la Zampieri e la Dal Gobbo eddai e Dannisi - Training autogeno - Travaglini travagliata perchè ritiene che Dannisi lesioni le nostre menti col training - Vita da Liceo - Crescere - Pensare ai problemi dell'esistenza mentre si pensa agli esami e alla fregna in maniera condensata ma non confusa - Paura dell'essere arrivato - Sollievo del saggio anziano - Conoscienza e Coscienza - Parole simili - e mi vengono in mente tante cose belle, quando si stava male e poi si stava malissimo, quando l'inverno era freddo e si tremava invece di rilassarsi in un cielo così pastello. Anche il prendere la vita dall'alto non è poi un così bell'obiettivo. Rimane poco di male a rendere le belle emozioni bellissime. - Frase sensate ma incomprensibili senza un adeguata punteggiatura le cui regole sono state dimenticate - Anche in sta cosa potrei dire: "Ma è possibile lamentarsi anche quando si sta bene?" e mi risponderei immediatamente: "Il progresso dell'uomo è avvenuto perchè si è sempre lamentato di ciò che aveva in cambio di qualcosa in più" e subito dopo: "Infatti guarda bene dove è arrivato? Sono 5000 anni che genera solo problemi?" e subito dopo ancora in maniera ricorsivamente ridondante: "Si, ma se non facesse disastri non potrebbe trovare il modo di risolverli". - Non ha senso - Tutto ha un senso - Tutto è l'opposto di tutto - E l'elettrone è una particella solo se lo stai guardando - Non Fine - ...

I Capitolo Pubblico - VI Capitolo Massonico

D PER...
"Sono un fottuto egheliano nostalgico del cazzo!" ...e questa sarebbe la mia unica battuta se stessi recitando in un film di tarantino.
La Dialettica (che indicheremo con "X") assomiglia molto ad una Donna (che indicheremo con "X"): appena pensi di averla capita, hai inevitabilmente sbagliato qualcosa, e quel qualcosa è lo scopo. Basta un poco di Metodo Mystery per iniziare, e un po' di vita per concludere: avvicini una X che ti piace, trovi un modo per fare in modo che X sia comoda con te, parli con X, pensi di non riuscire a vivere senza X, X ti lascia peoprio perchè quest'ultimo pensiero ti rende debole, trovi un'altra X, continui così e se hai fortuna trovi una X che vale per tutta la vita. Ma a volte ci si innamora di una X, solamente perchè ci permette di fare sempre della realtà la nostra realtà, della verità la nostra verità, e non ci si domanda come mai questo si discosti dalle previsioni statistiche :) Io lo chiamo abuso di psicoarma. E' come una droga. Purtroppo ti da la sensazione di stare meglio e di essere onnipotente; se ne fa più uso nei momenti di difficoltà, di debolezza, di stanchezza; perdi il rispetto per te stesso e per gli altri; se la X te lo permette, molto probabilmente proverai a farne uso anche se non ti serve, solo per Curiosità; solo un lungo processo o un violento stato di shock potrà farti tornare dal tunnel. A generare il mio trauma è stato il veloce passaggio da "sicuro" a "possibile".

E' MORTO L'AMICO SILL
Come reagire alla morte del sillogismo? La dialettica pemette di dimostrare qualsiasi cosa a partire da qualsiasi altra cosa. Scordatevi la matematica. La X è sensibile a quello che siamo, per quello che siamo: ragione e sentimento; non solo il primo, entrambi! Un ragionamento con noi stessi porterà a convincerci di qualcosa (possiamo anche mentire, tanto lo sappiamo solo noi..il nostro TESSOROOO); quando quel qualcosa viene esteriorizzato (o il corpo dimostra l'esistenza dell'imbroglio della mente), può accadere che un'altra X sia in grado di distruggere quell'IO. La sola minaccia di poter perdere il proprio IO, genera uno sciame di sillogismi, che sembrano infinite giustificazioni, arrampicamenti sugli specchi, false verità, ecc, ecc. Invece è l'essenza stessa della X. Più si è convinti di essere precisi, più si è sicuri che la propria X si avvicini ad un modello universale, più lo sciame degenera in qualcosa di assolutamente improduttivo e, paradossalmente incoerente. Questo è il prezzo del Rasoio di Occam. "Non complicare gli enti senza necessità". Diventa scontato pensare che la X non è una necessità. L'amore lo è. Non l'amore per la X. L'amore e basta!

EX EMPIO
Luca pensa -> Luca è un uomo
Luca ha il pene -> Luca è un uomo
Il presupposto è che non voglio escludere l'esistenza di una X che vada bene con tutti. Ma nella comunicazione, interna od esterna che sia, una precisione maggiore necessita di un tempo esponenzialmente maggiore e, se la precisione non è infinita, il sillogismo avrà per forza una falla...così si arriva al punto di dire "ma dovevi capire che..." ottenendo come risposta "io non devo nulla..." ecc degenera ecc, all'infinito (infinito proprio perchè con le premesse dell'impossibilità di avere una precisione infinita, si abilita la possibilità di poter dimostrare qualsiasi cosa a partire da qualsiasi altra cosa!). Nell'esempio, il fatto che Luca pensa, implica il fatto che sia un uomo. Questo è assolutamente vero per chi pensa che solo l'uomo possieda il "pensiero". Un cane "pensa"?. Nello Zingarelli questo non ti viene detto. Sono solo parole ed interpretazioni, e sempre più spesso vedo le neopotenze massoniche cambiare il vocabolario per ottenere quel potere che nel nostro piccolo cerchiamo di ottenere noi. Solo che per loro è molto più facile...si sa...la massa è molto più stupida del singolo. Il fatto che Luca è dotato i organo genitale maschile, lo rende un uomo. Adesso è facile, ma di solito ci sono incomprensioni devastanti sempre dovute al fatto che entrambi gli interlocutori possiedono e mantengono coerenza, e sono le parole a limitare la sintesi: Uomo nel primo caso significa "umanità" e nel secondo "di sesso maschile". In uno stato di agitazione o di scontro intellettuale di pari psicoarma (quindi poi sfocia tutto in affetto..ma ce ne può volere eh! :D), accorgersi di queste bla bla che risiedono nel metalinguaggio, è veramente difficile.

IN COERENZA
Tesi-Antitesi-Sintesi Sono dannatamente innamorato della sintesi. Dannatamente perchè tutti sanno che gli ottimisti come me stanno tranzolli nella fase Tesi e non si preoccupano troppo di cosa avviene nelle altre fasi della spirale. Mi rendo conto che ho passato la mia vita a generare negazioni per poter godere il più velocemente possibile della Sintesi...ma la sintesi dura un attimo! E' il "ho capitooo!" alla Linda, con la scia negativa della difficile ammissione. Perchè? Perchè? La coerenza, la giustizià, il diritto, la morale, NON la matemiatica, tutto ciò che è umano deve tener conto della variabile temporale. Abbiamo in media 76 anni per sviluppare i significati da dare alle nostre parole. E la storia sembra quasi ostacolare questo processo. Lotto per quello che mi si accusa di non avere. E il fatto che sia esattamente ciò che sembra, mi fa ritrovare incoerente dentro una coerenza ineffabile. L'estrema bellezza di non poter mai essere capito, ma di poter sempre essere ascoltato. Nel multiverso delle infinite possibilità, non ci si poteva che aspettare una X così dolcemente complicata.

Good Times - Bad Times - Bed Times

A volte vorrei uscire dai momenti difficili come fa Page dall'assolo di Communication Breakdown... non con stile, non facendo l'arrogante, non facendo finta di niente e neanche piantando le radici nella pianta (Cara prof di filo, per quanto un pensiero possa essere complesso e profondo, si ridurrà immediatamente ad una banalità nel momento in cui verrà messo a confronto con uno stato ormonale sovraeccitato, quindi terminerò questa frase con uno sviso linguistico tipico degli anni '70 che lei in realtà non ha mai vissuto) OOIEEEEE-YEAAH

A volte ho pensato di uscire dai momenti difficili facendomi evaporare per mischiarmi al fumo della mia ultima Davidoff. Ma poi arriva un cane che con gli occhi mi sussurra: "Oh, ma lo sai che io non parlo solo perché non ho proprio un cazzo da dire? E sono un Cane in un mondo Gatto!" e in quel momento mi sento talmente solido che mi cadono pesantemente a terra.

A volte ho pensato di non riuscire a superare il crash test del bis direzione Nimis. OLD!!! Adesso mi hanno messo a nuotare in una Punto riempita fino al finestrino di nitroglicerina, mi hanno detto che era gelatina di importazione ricca di proteine, hanno caricato il tutto su un Boing privo di livree stile scie chimiche, e mi hanno dato uno struzzo come paracadute. Questo è il momento difficile. Superarlo significa seguire i seguenti sillogismi:

1. Capire che lo struzzo non ha la minima idea di ciò che sta accadendo... ma può comunque insegnarti a vivere... con la testa sotto terra...
2. ...ok, lo struzzo deve morire.
3. Nessuno ha detto che l'aereo è in volo.
4. La gelatina di importazione mi fa schifo; potevano usare delle micce di tungsteno e dirmi che erano spaghetti saltati alla piastra.
5. So nuotare, ma soprattutto so aprire le porte almeno quanto un velociraptor di Jurassic Park ("Si possono vedere dei dinosauri in questo parco dei dinosauri?" - dedicato a Buc)
6. Adesso che sono fuori dal momento difficile mi rendo conto di quanto sia stato importante essermi tenuto in tasca lo Zippo. BRUCIAAA! BRUCIAAA! BRUCIA L'AEREO, LA PUNTO shhhhh, sottovoce, e lo struzzo...
7. le fiere dantesche, allo struzzo, gli fanno 'na sega (legg 'n tamarrico):

"Si sta come d'autunno, sugli alberi, lo struzzo"

"struzzo è chi lo struzzo fa!"

"il cammino dello struzzo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli struzzi egoisti e dalla tirannia degli struzzi malvagi. Benedetto sia colui che nel nome degli Struthio camelus e della buona volontà conduce gli struzzi attraverso la valle delle tenebre; perché egli è in verità allevatore di struzzi di suo fratello e il ricercatore degli struzzi smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere i miei fratelli struzzi. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore degli struzzi quando farò calare le mie uova di struzzo sopra di te." Ora, sono anni che dico questa cazzata, e se la sentivi significava che eri bollito. Non mi sono mai chiesto cosa volesse dire, pensavo fosse una stronzata da dire a sangue freddo a uno struzzo prima di sparargli..ma stamattina ho visto una cosa che mi ha fatto riflettere. Vedi, adesso penso, magari vuol dire che tu sei lo struzzo malvagio e io lo struzzo timorato, e il signor 9mm, qui, lui è il pastore di struzzi che protegge il mio timorato sedere piumato nella valle delle tenebre. O può voler dire che tu sei lo struzzo timorato, e io sono il pastore di struzzi, ed è il mondo gatto ad essere malvagio ed egoista, forse. Questo mi piacerebbe. Ma questa cosa non è la verità. La verità è che TU sei il debole, e io sono la tirannia degli struzzi malvagi. Ma ci sto provando, Struthio, ci sto provando con grande fatica a diventare il pastore di struzzi.

Uguaglio Interrogativo

Oltre il bello e il brutto, il buono e il cattivo, il giusto e lo sbagliato, c'è solo il bene e un po' di solitudine...mettere queste due ultime sensazioni su di una bilancia sarebbe come appoggiare su un piatto un chilo d'oro e sull'altro un chilo di piume. L'EQUILIBRIO NON TIENE CONTO DEL VALORE.

Sapere Di Non Sapere

Non posso proprio esimermi dal pensare che colui che vive l'artificio di una felicità che poggia le basi su di una primordiale e latente paura, sentendosi in qualche modo in diritto di giustificare il proprio sentimento in modo invasivo, non sia proprio in grado di comprendere i motivi per i quali è inutile tentare di contenere l'infinito ai margini di una strada che deve solo essere percorsa. Il limite che non glielo permette è lo stesso che vorrebbe far giungere a te con presunta cognizione di causa. È a quel punto che la spirale che rappresenta la tua vita esplode lasciando alle spalle quei lontani ma necessari punti di intersezione. E benché il suo significato sfuggirà ai molti, solo colui che è veramente cieco eviterà di raccontare la verità: la visione di te che stai volando nel cielo.

UdinEndJazz

PREAMBOLO
Ovviamente questa sezione intitolata UDIN&JAZZ, non tratta affatto né di Udin (c'è ben poco da dire su una città in cui è possibile incontrare 3 volte lo stesso giornalista di Belgrado nell'arco di 30 minuti, essendo l'unica persona circolante e interessata a smentire questa frase tra parentesi), né della contrazione della congiunzione "and" inglese, né di Jazz (nell'orecchio si sente la spensierata musica da bicchiere mezzo vuoto, nel luogo dove si deve stare seduti; nella mente si ascolta il viaggio senza meta, eppure con biglietto di ritorno).

IL SECONDO RINASCIMENTO
Non esiste concetto più ineffabile e il mio parlarne lo spiega esattamente. Il secondo rinascimento è per chi ha vissuto il suicidio, per chi crede nella fede al punto di non dover mai nominare la parola destino, per chi sa che il presente è meno concreto del passato e non provoca futuro se non spinto dalla volontà, per chi è entenglament-dipendent e per chi riesce a meravigliarsi come un bambino ancora privo di ricordi.

LA PSICOARMA
"NULLA E' FACILE" prima doveva essere "TUTTO E' POSSIBILE". Perchè mantenere per anni l'idea illusoria che ciò che a livello microscopico è complicato, a livello macroscopico spesso è molto semplice? La Natura non vuole sprechi di energia su tali argomenti; preferisce di gran lunga la riproduzione sessuata. In ogni caso appare semplice il sistema che non percepisce sè stesso, e io percepisco odore di gas proveniente dalla cucina. [..] Quindi nulla è facile. Ma quando ogni piccolo puffo ha una microspia sotto il cappello, e il grandepuffo che esegue intercettazioni fuorilegge finisce per ascoltare la sua voce, brucia il cappello rosso e corre al fungo dell'unica puffetta per farsi spiegare i fatti confidando nella sua conoscenza del gruppo... Ok mi sto accogendo che questo cartone animato, tralaltro accusato di avere uno stampo comunista, in realtà non fornisce elementi sufficienti ad un proseguo coerente: non mi sembra il caso di chiamare in causa due gargamella di cui uno si gonfia e diventa verde e strappa la camicia, e l'altro il conte ugolino! Quindi non è facile, ma è un gioco.

IL RAPPORTO TRA SERVO E SIGNORE
Senza il servo, il signore non avrebbe i mezzi per essere tale. Ora immaginiamo due signori che cercano vicendevolmente di rendere servo l'altro. Esiste il caso in cui lo scontro è "visibile" e si risolve con la perdita di libertà del signore perdente. E i servi sono quasi tutti individualmente signori, ma collettivamente rimangono purtroppo solamente dei servi. La psicoarma permette di vincere contro tutti i signori che non la possiedono; Tra due signori che possiedono la psicoarma, vince chi è più bravo a tenerla nascosta.

POKER, MORRA CINESE, WING TZUN
Il paragone era quasi scontato. I giocatori vivono uno scontro "invisibile" in cui o cercano di capire i ragionamenti altrui, o si lasciano trasportare dalla fede negli eventi, quindi da una volontà spirituale di fiducia nella vittoria. Chi cerca di colpire, scopre inevitabilmente un punto debole in cui essere colpito. E di solito chi colpisce, presume di poterlo fare. Così funziona la psicoarma: è un arma perché ottiene il controllo forzato degli eventi, grazie al controllo non forzato della mente del futuro servo.

TUTTO OPPOSTO A TUTTO E TUTTO VER
La psicoarma permette di ottenere quello che si vuole, col minimo spreco di energia, ma soprattutto, senza dover mai mentire. Questo non significa affatto che si può essere ingenui, anzi, bisogna essere parecchio furbi ed accorti per apparire ingenui in modo da far scoprire le proprie carte al compagno di gioco. Appena vi accorgete che qualcuno pensa di poter manovrare la vostra mente per ottenere benefici in cambio, il gioco comincia. Poi si passa alla fase di selezione delle verità utili: ci sono talmente tante cose vere da poter dire che molte sono talmente contrastanti tra di loro da sembrare opposte; inoltre il contesto determina la connotazione dell'informazione e manovra il pensiero altrui che però percepisce solo la verità in quanto tale e non come direzionamento del proprio pensiero, sempre meno laterale, in una direzione da voi scelta. C'è chi utilizza la menzogna per raggiungere lo stesso scopo. A piccole dosi funziona se si ha memoria di tutta la rete di intrecci verità-falsità e se si possiede la capacità di creare velocemente nuove falsità in caso di potenziale perdita di coerenza del proprio discorso. Per sistemi complessi diventa insostenibile e in ogni caso, sia per chi ama la morale, sia per chi ama i gesti di stile, consiglio di dire sempre meno cazzate. Nessuno punisce le omissioni. Quindi dire una verità è una scelta modificante e difficile da percepire come atto di potenza; di solito chi non è in grado di mentire, viene visto come colui che non è in grado di rischiare, e quindi attaccabile. La difficoltà principale della psicoarma, è che non può essere programmata a priori: muove nella direzione giusta in maniera proporzionale alla fiducia in se stessi.

EFFETTI POSITIVI E NEGATIVI
La psicoarma cra dipendenza e andrebbe utilizzata solo quando qualcuno la usa contro di voi. Quando avviene una posizione di stallo, cioè due persone si ritrovano a credere di aver entrambi in pugno la situazione, il divertimento adrenalinico diventa così sottile da sfociare in legame affettivo.CONCLUSIONE Non avrei mai pensato che l'aumentare involontario dell'autocoscenza a livelli molto elevati, potesse generare un problema morale sul corretto utilizzo di questa facoltà. Poi c'è da dire che spesso i Rinascimenti seguono periodi negativi, quindi ci potrebbe essere la volontà di sfogare la propria rabbia mettendo in gioco tutto il proprio io appena coerentemente ricombinato. In effetti il vero salto di qualità è usare questo mezzo per elevare la coscienza generale, e far scaturire tutti nel legame del pareggio.

19042004 CP
27062008 ET
12102008 MP
06112008 GB
07102009 EM
18032010 GT
13062010 RD
02112010 SC
11112010 CG
07032011 IZ
07042013 EU
13122013 MI
03042014 SD
22092014 AF
23102014 LR
15012015 SM
20112015 SB
20112015 KN
25052016 MM
23092016 ML
07042017 RC
05112017 FA
28072018 AV
19122018 EP
23052019 AC
13072019 MF